La nuova stagione del Campionato Italiano di Velocità è ufficialmente ripartita dall’autodromo romano di Vallelunga con i primi due round inaugurali. Con il 2016 il team CDM-RS di Maranello conquista un traguardo importante, perchè si tratta della decima stagione consecutiva di partecipazione al CIV!

Vallelunga non ha accolto nel migliore dei modi il ritorno del circus CIV: la forte instabilità e variabilità delle condizioni meteo non hanno risparmiato il weekend dalla pioggia, cosa che spesso ha determinato improvvisi cambi di pneumatici e setting moto, tra l’asciutto e il bagnato, più volte nell’arco dello stesso giorno. L’unica giornata nuvolosa ma non piovosa è stata il giovedì, interamente dedicato alle prove libere non cronometrate, che sono state utili sia per raccogliere i dati necessari per iniziare ad impostare il piano gara, sia per riscaldare i piloti.

DSCN3158

Nelle prove libere di venerdì, Enrico Pasini si è piazzato ventisettesimo, migliorando sensibilmente nel primo turno di qualifiche con la venticinquesima posizione. Non è stato possibile per lui proseguire con le qualifiche successive a causa di problemi personali, che lo hanno costretto al ritiro dalle gare di sabato e domenica.

Rudy Oliva è partito con il piede giusto e sta costruendo un bel feeling con la moto, ma le condizioni di bagnato non lo hanno messo nelle condizioni di avere piena fiducia nella pista, preferendo giustamente rimane cauto piuttosto che provare qualche azzardo. Nonostante la buona qualifica 2 con il sedicesimo tempo sul bagnato, la posizione valida per lo schieramento di partenza è stata determinata dalla qualifica 1, con il suo miglior tempo sul giro di 1’43.396. Per Rudy partenza dalla decima fila dello schieramento di partenza, in trentesima posizione.

Sabato gara 1 si è disputata in estreme condizioni di bagnato e di scarsa visibilità in pista, con un numero inferiore di giri rispetto ai 16 previsti. Con queste premesse, portare a termine la gara senza cadere era l’unico obiettivo possibile per Rudy e così è stato, tagliando il traguardo in trentesima posizione.

Anche gara 2 di domenica non è stata risparmiata dal maltempo: partenza ritardata rispetto all’orario previsto di più di un’ora per un forte temporale, ma per lo meno aspettare è servito per dare tempo utile alla pioggia di cessare quasi del tutto. E’ stata una gara molto difficile per tutti, quasi quanto la prima, ugualmente partita in condizioni di sicurezza precarie; la pista era molto scivolosa ed insidiosa, parecchi piloti sono inevitabilmente scivolati e a fine gara si sono classificati in venticinque, di cui Rudy in ventiduesima posizione.

Il commento di Rudy Oliva #69:

“Il weekend è stato veramente difficile a causa del maltempo. Il mio pensiero principale è stato quello di portare a termine la mia gara e trarre esperienza in più sul bagnato, perchè ciò che contava alla fine era questo; la pista era in condizioni critiche e io non ci sono abituato. Sono comunque contento della moto, ho un buon feeling e insieme al mio Team stiamo lavorando bene nella giusta direzione. C’è qualcosa da migliorare per quanto riguarda il grip sul posteriore in uscita di curva, ma per tutto il resto rimango soddisfatto e non vedo l’ora che arrivi presto il prossimo round del Mugello”.